Ercolano, il sindaco incontra l’arbitro picchiato: “Ci vuole la squalifica a vita”

Ercolano, il sindaco Buonajuto incontra un giovane arbitro picchiato durante un match di Prima Categoria

Nella giornata di oggi, il sindaco Ciro Buonajuto ha incontrato Giovanni Nesi, il giovane arbitro di Ercolano vittima di un’aggressione consumatasi nello scorso fine settimana su un campo di Prima categoria. Nel corso dell’incontro Boys Pianurese – Real Grumese, valevole per la sesta giornata del girone A del campionato, il giovanissimo direttore di gara era stato violentemente aggredito da alcuni giocatori al punto di dover interrompere la partita e ricorrere alle cure dell’ospedale.

Il sindaco Buonajuto ha voluto esprimere la sua solidarietà all’arbitro e al presidente della sezione Aia di Ercolano Giuseppe De Luca: «Quello che è avvenuto domenica scorsa non ha niente a che vedere con lo sport – dice Buonajuto – Mi auguro che vengano adottati provvedimenti seri, anche estremi come la squalifica a vita, per i responsabili di un’aggressione che poteva avere effetti ben più gravi per un ragazzo che, come tante centinaia in Italia, fa l’arbitro per passione. Lo sport deve essere un veicolo di valori positivi ed è doveroso che a tutti i livelli si intervenga per stroncare sul nascere qualsiasi segnale di violenza».

Potrebbe anche interessarti

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy