Coronavirus, ossigeno per Ercolano: 1,3 milioni dalla rinegoziazione dei mutui

Ercolano Nella seduta di Giunta del 27 maggio è stata deliberata la rinegoziazione dei prestiti concessi al Comune di Ercolano da Cassa Depositi e Prestiti. Questa misura resa possibile dal dl 34/20 (cd. Decreto Rilancio) emanato dal Governo nazionale consentirà al Comune di Ercolano di risparmiare complessivamente oltre un milione e trecentomila euro di interessi passivi.

«In un momento così delicato per l’economia generale e disastroso per le finanze degli Enti Locali, questa misura consentirà al Comune di Ercolano di utilizzare i risparmi per far fronte alle spese straordinarie derivate dall’emergenza Covid-19 – dice il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto -. Negli ultimi mesi, i cittadini, le imprese e gli enti pubblici sono stati messi a dura prova per fronteggiare una crisi economica senza precedenti. Senza gli incassi derivanti dai tributi locali e con la sospensione del pagamento dei servizi pubblici, per i Comuni occorrerà davvero fare i salti mortali per garantire i servizi ai cittadini. La possibilità di rinegoziare i prestiti rappresenta una boccata d’ossigeno, ma mi auguro che possano presto essere varate altre misure a sostegno delle Amministrazioni Locali che sono il primo e più immediato punto di riferimento per tutti i cittadini italiani».

Potrebbe anche interessarti