Ercolano, il sindaco chiude la città: ordinanza rafforza la zona rossa

Un’ordinanza restrittiva del sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto chiude la città e rafforza le nuove misure per contenere la diffusione del Covid, emanate ieri dal governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Chiusi al pubblico gli uffici comunali, la biblioteca, i centri anziani e sospese le attività sportive presso lo stadio. I cittadini che dovranno contattare gli uffici comunali lo potranno fare tramite mail o Pec.

Chiusi anche i parchi comunali e interdetto nel weekend anche l’accesso al molo Borbonico: “Il parco inferiore di Villa Favorita, luogo straordinario, inevitabilmente – afferma in una diretta su facebook Buonajuto – provoca assembramenti. Ho previsto la chiusura del molo Borbonico, perché la bellezza crea assembramenti”.

Ho provveduto a firmare un’ordinanza che prevede misure più stringenti rispetto alla zona rossa – ha spiegato – per scongiurare sempre di più assembramenti. Ancora questa mattina nonostante i divieti c’erano troppe persone in giro soprattutto anziani, soggetti maggiormente a rischio contagio, ma anche giovani. Non possiamo chiudere le scuole e poi lasciare i ragazzi in strada”.

L’accesso al Cimitero comunale con contingentamenti solo nei fine settimana: “Non è possibile che per andare a salutare un nostro caro mettiamo a rischio chi ci aspetta a casa”, aggiunge il primo cittadino. Nei giorni scorsi aveva sospeso anche il pagamento per la sosta nelle strisce blu.

Sono consapevole che siamo tutti stanchi di questa situazione, ma questo è ancora il momento della responsabilità e del rispetto delle regole”, ha concluso.

Potrebbe anche interessarti