Metro, bus, tram, funicolare: come muoversi a Napoli con i trasporti pubblici

Metropolitana

Siete appena arrivati a Napoli e cercate di capire come spostarvi in città? Cominciamo con la regola d’oro… niente auto! Se avete raggiunto la città in aereo, in treno o con la nave siete già a metà dell’opera, ma se siete arrivati in auto trascorrere interminabili ore bloccati nel caotico traffico di Napoli non è in cima alle esperienze che vorreste provare. Vi converrà abbandonarla nel parcheggio dell’Hotel dove alloggerete o nel primo parcheggio convenzionato disponibile.

Una volta che vi sarete sbarazzati dell’auto, la prima cosa da fare sarà stabilire il vostro itinerario di giornata, cercando di cominciare dai luoghi più vicini a voi. Sebbene il centro storico di Napoli sia molto grande, il più grande d’Europa, quasi tutte le zone della città sono facilmente raggiungibili a piedi. Tuttavia, se la sola idea di dover camminare vi fa tremare le gambe, niente paura. Chiunque intenda visitare Napoli, infatti, ha una vasta gamma di opzioni a propria disposizione.

Trasporto pubblico a Napoli

1

In un primo momento, per spostarsi in città era sufficiente acquistare un biglietto UNICO valido 90 minuti dalla prima validazione. Tuttavia, dal 1° Gennaio del 2015 entra in vigore sull’intero territorio regionale il TIC (Ticket Integrato Campania). Con questa riforma, ciascuna azienda di Trasporto Pubblico Campano (Anm, Ctp, Eav…) torna a emettere i propri biglietti, ai quali si aggiungono i titoli integrati (TIC). Al momento dell’acquisto del biglietto, dunque, il viaggiatore potrà scegliere se acquistare il biglietto integrato TIC o il singolo biglietto aziendale, a seconda della distanza da percorrere e della tipologia dei mezzi da utilizzare. Un biglietto aziendale di corsa semplice costa 1€, poco meno del TIC, ha una validità di 90 minuti a partire dalla prima validazione, ma consente al viaggiatore di effettuare una sola corsa su di un solo mezzo dell’azienda. Il TIC costa invece 1,50€, dura anch’esso 90 minuti a partire dalla prima validazione, ma permette un numero illimitato di corse su bus, filobus e tram di qualsiasi azienda ed una sola corsa su ciascuna di queste linee ferroviarie:

– Metropolitana Linea 1 (ANM)
– Metropolitana Linea 2 (Trenitalia)
– Funicolare di Chiaia (ANM)

– Funicolare Centrale (ANM)
– Funicolare Mergellina (ANM)
– Funicolare Montesanto (ANM)

– Cumana (EAV)
– Circumflegrea (EAV)
– Circumvesuviana (EAV)

Di conseguenza, non è possibile utilizzare lo stesso biglietto per l’andata e il ritorno sulla stessa linea ferroviaria.

Spostarsi in metropolitana a Napoli

La metropolitana di Napoli è costituita da tre linee: la linea 1, la linea 2 e la linea 6. Ciascuna di essa è attiva dalle ore 6:00 del mattino alle ore 23:00 e assicura una corsa ogni 15 minuti circa.

Linea 1

La linea 1 della metropolitana di Napoli è conosciuta anche come “Metrò dell’Arte” grazie al premio “most innovative approach to a station development” vinto dalla Regione Campania nel 2009. Ciascuna stazione è stata, infatti, realizzata in collaborazione con artisti di fama mondiale che hanno saputo dar vita a vere e proprie opere d’arte. La linea 1 parte da Piscinola e ferma nelle stazioni di Università, Dante, Museo, Materdei, Salvator Rosa, Quattro Giornate, Vanvitelli, Medaglie d’Oro, Montedonzelli, Rione Alto, Policlinico, Colli Aminei, Frullone e Chiaiano.

Interscambi:

Garibaldi: Linea 2, Circumvesuviana, Stazione Napoli centrale
Municipio: Linea 6
Museo: Linea 2
Vanvitelli: Funicolare Centrale, Chiaia, Montesanto
Piscinola: Linea Arcobaleno (Prima metropolitana interprovinciale d’Italia che collega il capoluogo campano con il resto della conurbazione a nord della città, attraversando l’hinterland napoletano e casertano)

1

Linea 2

La linea 2 della metropolitana di Napoli collega la zona ovest della città (Bagnoli) a quella est (San Giovanni a Teduccio). Una corsa ogni 13 minuti, circa, assicura il collegamento tra le stazioni di Pozzuoli Solfatara, Bagnoli-Agnano Terme, Cavalleggeri Aosta, Napoli Campi Flegrei, Napoli Piazza Leopardi, Napoli Mergellina, Napoli Piazza Amedeo, Napoli Montesanto, Napoli Piazza Cavour, Napoli Piazza Garibaldi, Napoli Gianturco e Napoli San Giovanni-Barra.

Interscambi:

Campi Flegrei: Linea 6, Cumana
Mergellina: Linea 6, Funicolare Mergellina
Piazza Amedeo: Funicolare Chiaia
Montesanto: Cumana, Funicolare Montesanto
Piazza Cavour: Linea 1
Garibaldi: Napoli Centrale, Linea 1

1

Linea 6

Sebbene il progetto preveda un totale di otto fermate che collegheranno Fuorigrotta con Piazza Municipio, attualmente la linea 6 della metropolitana è composta da sole quattro fermate: Mostra, Augusto, Lala e Mergellina.

Interscambi:

Mostra: Linea 2, Cumana
Mergellina: Linea 2

Spostarsi in Funicolare a Napoli

Esiste a Napoli un altro metodo per spostarsi ed è la Funicolare, la cui costruzione fu celebrata da una delle più famose canzoni napoletane di sempre: “Funiculì funiculà”. Attualmente, Napoli dispone di quattro funicolari che consentono ai viaggiatori di raggiungere velocemente la parte più alta della città evitando il traffico cittadino.

Funicolare

La Funicolare Centrale conta quattro fermate: Piazza Augusteo, Corso Vittorio Emanuele, Petraio e Piazza Fuga. Proprio quest’ultima fermata costituisce un punto di interscambio con la Linea 1 della Metropolitana di Napoli. La funicolare centrale è l’ideale per chi intenda raggiungere le principali vie dello shopping tra le quali Via Roma, Via Scarlatti e Via Luca Giordano.

La Funicolare di Chiaia collega, invece, la zona centrale del Vomero con Via Chiaia e conta anch’essa quattro fermate: Parco Margherita, Corso Vittorio Emanuele, Palazzolo, Cimarosa. Quest’ultima stazione rappresenta il punto di un possibile interscambio con la Linea 1 della Metropolitana o con la Funicolare Centrale.

La Funicolare di Montesanto unisce la parte alta del Vomero, ovvero la zona del Castel Sant’Elmo e dell’adiacente Museo di San Martino, con il centro storico, nelle vicinanze di piazza Dante. Essa ferma nelle stazioni di Montesanto, Corso Vittorio Emanuele e Morghen.

La Funicolare di Mergellina, infine, conta il maggior numero di fermate e collega Mergellina, e la nota Via Caracciolo, con la zona di Posillipo. Ferma nelle stazioni di Mergellina, Sant’Antonio, San Gioacchino, Parco Angelina e Manzoni e non offre la possibilità di interscambi.

Spostarsi a Napoli con Autobus e Tram

E’ possibile raggiungere tutte le altre zone, non coperte da Metro e Funicolare, grazie ad Autobus e Tram. Tuttavia, sebbene si tratti di un sistema di trasporto capillare e ben organizzato, esso risente notevolmente del traffico cittadino ed è dunque consigliabile, a meno che non sia strettamente necessario, optare per metropolitane e funicolari.

Le corse diurne sono attive, in linea generale, dalle ore 5:20 del mattino fino alle ore 24:00, mentre il servizio notturno va dalle ore 24:00 alle 4:00 del mattino.

Inoltre dal 1 Maggio al 30 Settembre Napoli offre il servizio “Sightseeing”, un servizio di autobus a due piani scoperti che consente la visita panoramica della città. Essi coprono, con 5 linee, le zone più turistiche. Il biglietto ha un costo di 22€ per gli adulti, di 11€ per i ragazzi dai 5 ai 15 anni e vale 24 ore. E’ consentito salire e scendere liberamente. Tutte le linee partono dal centro di Napoli, dalla Piazza antistante il Maschio Angioino, dove è anche possibile acquistare i biglietti.

1

Spostarsi con i taxi a Napoli

Per quanto riguarda il servizio Taxi a Napoli, vale lo stesso discorso di autobus e tram. Anch’essi risentono del traffico cittadino per cui, a meno che non sia strettamente necessario, e sconsigliabile affidarsi ai taxi se si vogliono evitare lunghe attese e corse infinite. Il servizio taxi costituisce una buona alternativa, invece, al servizio notturno dei mezzi pubblici. Proprio come per gli autobus, il servizio notturno dei taxi ha inizio alle ore 24:00, in un orario in cui il traffico cittadino è ridotto al minimo.

Potrebbe anche interessarti