Napoli, gestivano traffico di migranti: arrestate otto persone. C’è anche un presunto jihadista

terroristi attacco napoli roma madridUn’operazione anti-terrorismo si è svolta tra Napoli e Caserta nelle prime ore del mattino, ad opera dei Ros che, coordinati dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno arrestato ben otto persone, stranieri accusati di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e alla falsificazione di documenti. Tra gli otto finiti in manette, uno è ritenuto “il capo” ed è indagato anche per terrorismo dalla procura di Napoli.

La banda, una vera e propria organizzazione criminale, in cambio di denaro offerto ad aziende tessili, si faceva rilasciare contratti di lavoro falsi, in modo da ottenere permessi di soggiorno. Il capo, un tunisino, è indagato per terrorismo internazionale insieme ad altre persone ancora da identificare. Le indagini dei Ros hanno evidenziato molti elementi che avvicinano l’uomo all’estremismo islamico, come i commenti positivi agli attentati di Parigi pubblicati sui social network. Il tunisino era guardiano di una moschea di San Marcellino, in provincia di Caserta.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più