Napoli, arrestato per terrorismo: ecco cosa scriveva su Facebook

james foley isisNapoli – I carabinieri del Ros, questa mattina, hanno condotto una operazione antiterrorismo che ha portato all’arresto di otto persone, con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e alla falsificazione di documenti.

Tra questi otto vi è un cittadino tunisino sospettato di essere coinvolto nelle dinamiche del terrorismo internazionale, assieme ad altri complici. Si tratta di Mohamed Kamel Eddine Khemiri, residente a San Marcellino, vicino Caserta. Ad insospettire gli inquirenti sono state soprattutto le attività svolte da costui su Facebook, dove scriveva:

“Sono Isissiano finché avrò vita. E se morirò vi esorto a farne parte”.

Numerosi sarebbero, inoltre, i post contenenti foto e altro materiale di propaganda terroristica. È emerso, inoltre, che tempo addietro la procura di Napoli aveva chiesto l’arresto per l’uomo, senza ottenerlo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più