Unioni civili, prima richiesta a Napoli: oggi la “promessa” di Antonello e Danilo

unioni civili
Sarà celebrata oggi, a Palazzo San Giacomo, la “promessa” di una coppia omosessuale, la prima dopo l’entrata in vigore in città della legge Cirinnà. È la prima richiesta di unione civile nel capoluogo partenopeo, e ad accoglierla sarà l’assessore alle Pari opportunità, Daniela Villani.

La coppia omosessuale, composta da Antonello Sannino, presidente dell’arcigay, e Danilo di Leo, ballerino del San Carlo e attivista per i diritti LGBTQ, è chiaramente emozionata: “Sono 6 anni che ho una relazione con il mio compagno, e già da tempo abbiamo deciso di andare a convivere a settembre – ha dichiarato Sannino all’agenzia stampa Dire -. Abbiamo deciso di approfittare della nuova legge, ora che c’è finalmente un riconoscimento pubblico da parte dello Stato e della comunità”.

La promessa sarà scambiata alla presenza del sindaco di Torre Annunziata, Giosuè Starita, visto che i due sono torresi. Ricordiamo che Comune di Napoli aveva istituito (primo in Italia) il registro delle unioni civili già nel febbraio 2012, in attesa che il Parlamento italiano approvasse la legge. Dallo scorso 8 agosto le coppie desiderose di sottoscrivere un’unione civile possono fare richiesta.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più