Napoli. Incendi sui Camaldoli: taglia da 500 euro a chi fornisce informazioni

incendio camaldoli soccavo

Napoli – Mentre l’emergenza incendi sul Vesuvio sembra essersi placata da qualche settimana, c’è un’altra zona che continua ad essere vittima delle fiamma. Si tratta della zona dei Camaldoli, a Napoli, che continua a fumare con una frequenza preoccupante, al punto da far pensare che possa esser stata vittima di qualche criminale ambientale e che, quindi, gli incendi abbiano natura dolosa.

“Un incendio in estate può esserci, anche se non dovrebbe succedere, ma se, nella stessa area, si verificano diversi incendi, è chiaro che siamo di fronte all’azione di piromani e, quindi, servono azioni straordinarie che vanno al di là delle tradizionali opere di prevenzione e spegnimento”.

Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e i consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, annunciando “una taglia da 500 euro per chi darà indicazioni utili a identificare i piromani che stanno appiccando fuochi ai Camaldoli, distruggendo migliaia di metri di vegetazione”.

“La collaborazione contro chi distrugge il nostro territorio dovrebbe essere spontanea, ma se può servire un incentivo come una taglia, siamo pronti a fare la nostra parte – hanno aggiunto i rappresentanti istituzionali dei Verdi per i quali – contro i piromani che stanno distruggendo i Camaldoli va bene qualsiasi strumento pur di fermarli”.

Potrebbe anche interessarti