Scuole in Campania vecchie e cadenti: controlli antisismici solo a 3 su 10

terremoto-centroitalia1011-1000x600Situazione tragica in Campania, difatti come riporta il XVI Rapporto Ecosistema scuola di Legambiente, solo una scuola su dieci, il 9,3%, è stata edificata seguendo i dettami antisismici. Per non parlare della situazione di verifica antisismica, la quale è stata effettuata solo sul 28,1% degli edifici.

Lo studio effettuato da Legambiente, sempre seguendo i dati relativi al XVI Rapporto Ecosistema scuola, riguarda tutte le regioni d’Italia e in tutte queste trova lacune e gravi mancanze che comportano la mancanza di sicurezza presente nella maggior parte delle scuole.

In Campania i dati sono tutt’altro che positivi: lo studio prende in esame 559 edifici scolastici di diverse scuole nelle province di Napoli, Avellino e Salerno; i dati pervenuti dalle province di Caserta e Benevento sono inesatti e incompleti.

Su questi 559 edifici analizzati, solo il 10% sono le scuole che hanno meno di 1/4 di secolo e, teoricamente, dovrebbero essere quelle più sicure. Mentre il 60% risulta edificato prima del ’74, anno in cui entrò in vigore in Italia la normativa antisismica e il 28% è stato realizzato tra il ’75 e il ’90.

Altro dato poco rassicurante riguarda gli interventi di manutenzione delle scuole: difatti più della metà (55%) delle scuole campane necessita di interventi volti al miglioramento della struttura. Edifici vecchi, obsoleti e poco sicuri fanno da custodia ai bambini, ogni mattina, cinque giorni su sette.

La prevenzione delle scuole in Italia, secondo i dati riportati da Legambiente, appare un optional. Scuole che accolgono ogni giorno migliaia di bambini dediti all’apprendimento e al rispetto. Tuttavia, dopo la catastrofe del terremoto verificatasi nel centro Italia, pare che qualcosa si stia muovendo.

Infatti nel casertano sono partiti diversi sopralluoghi di tecnici specializzati in alcuni edifici scolastici: i primi ad essere analizzati saranno gli istituti superiori gestiti dalla Provincia e le scuole del Comune di Caserta (asili, elementari e medie). L’istituto con maggior problemi è il liceo Pizzi di Capua il quale è stato vittima di un crollo lo scorso maggio.

Inoltre a Benevento, il sindaco Clemente Mastella, ha stabilito una serie di controlli preventivi a tutti gli edifici scolastici prima dell’inizio dell’anno accademico.

Potrebbe anche interessarti