Morte di Tiziana Cantone: aperte le indagini per istigazione al suicidio

tiziana-cantoneIl dottor Francesco Greco, procuratore capo presso la Procura del Tribunale di Napoli Nord, ha annunciato l’apertura di un fascicolo per istigazione al suicidio circa la morte di Tiziana Cantone, la ragazza che si è tolta la vita a causa della depressione che l’ha colpita dopo essere diventata “celebre” per un video hard pubblicato sui social networks e la maggior parte dei siti di informazioni locali, compresi quotidiani.

Pochi giorni fa lo stesso Tribunale le aveva riconosciuto, con un provvedimento di urgenza, il diritto all’oblio, ovvero aveva disposto la rimozione dai canali informatici tutte le informazioni che la riguardavano perché la vicenda non era di rilevante interesse per il pubblico. L’avvocato di Tiziana aveva citato in giudizio anche Facebook Ireland, Yahoo Italia, Google e Youtube.

Un provvedimento che non le ha tuttavia salvato la vita, dato il triste epilogo. Tiziana, lo ricordiamo, era stata costretta a lasciare il lavoro e a cambiare cognome, invano. Intanto sul web non sono ancora spariti foto e video che ritraggono la sua persona.

Potrebbe anche interessarti