Via Marina, quell’instabile palazzo fa paura!

1559281_10151964143968354_1712573379_o

Noi italiani siamo molto bravi a fare le cose con ritardo. “Prevenire è meglio che curare” si dice. A noi questo proverbio piace all’inverso e quando curiamo non sempre lo facciamo in maniera pulita ed efficiente. Quanti tra le migliaia di persone che ogni giorno percorrono via Nuova Marina a Napoli hanno pensato “chissà quando questo palazzo crollerà!” guardando quel mostro minaccioso con evidenti crepe che costeggia un’arteria della città.

Il palazzo in questione (in foto) è abbandonato lì a sé stesso da anni. Quella strada non è solo percorsa da tante persone perché è una delle principali via della città ma, volente o nolente, molti studenti sono obbligati a passare vicino al palazzo perché è posto tra due sedi di due diverse Università napoletane. Quel pericolo infatti si trova precisamente tra il cosiddetto palazzo di vetro di via Marina 33 che ospita una delle sedi di Giurisprudenza della “Federico II” con il Dipartimento degli Studi Umanistici dello stesso ateneo e il nuovo Palazzo del Mediterraneo dell’Università “L’Orientale”.

Quanti edifici che giacciono in queste condizioni si contano nel napoletano? In genere i motivi sono sempre gli stessi: proprietari che lasciano all’incuria la costruzione e la situazione è peggiore quando i proprietari sono vari, con eredi che non sono interessati all’appartamento o ad altre proprietà interne, abbandonando il tutto per decenni. Non sappiamo qual è il motivo dell’edificio in questione. Sappiamo solo che nessun cavillo burocratico o motivo messo su carta può servire dopo a tragedia avvenuta. Speriamo di sbagliarci!

FOTO DI ALESSIO CANNAVACCIUOLO

Potrebbe anche interessarti