Video. Luca Abete a Ponticelli: nel rione delle case murate si vive tra topi e muffa

abeteContinuano le inchieste di Luca Abete, inviato di Striscia La Notizia, che stavolta si è recato nel quartiere di Napoli Ponticelli, nel rione De Gasperi, denominato delle case murate. Il motivo lo spiega proprio Abete nel suo “viaggio”: i palazzi che circondano la zona nacquero nel secondo dopoguerra per dare alloggio ai senzatetto, gli appartamenti poi furono liberati dalle famiglie che furono sistemate altrove. La zona fu occupata abusivamente dopo il terremoto del 1980. Col tempo divenne fortino del clan Sarno, oggi contrastato con successo, e ultimamente gli assegnatari hanno preso altri alloggi. La conseguenza? Palazzi che alternano dimore murate ad altre abitate.

In questi palazzi vivono o occupanti senza diritto, oppure mogli dei camorristi, i cui mariti sono in galera. La situazione mostrata da Abete è molto più che degradata: mura sgretolate e condizioni di fatiscenza generale rendono gli alloggi inagibili. Alcune persone raccontano di topi che invadono gli appartamenti e infiltrazioni provenienti dalle case murate, che sono quindi inaccessibili. Ci sono anche bambini e anziani negli alloggi. Una situazione che scavalca la dignità umana, visto che la zona è un vero e proprio ghetto.

ECCO IL VIDEO

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più