Video. “Napoli: città eterna”: splendido documentario di uno studente straniero

quartieri-spagnoli-documentario

Napoli, città eterna: con queste parole si apre il documentario di Xavi Bosch Llufriu, un ragazzo catalano che ha studiato nel 2014 e nel 2015 all’Università Suor Orsola Benincasa, che realizzato uno splendido filmato sulla città di Napoli ed in particolare sui Quartieri Spagnoli. Il titolo del suo lavoro è, infatti, I Quartieri Spagnoli: detrás de los prejuicios (I Quartieri Spagnoli, dietro i pregiudizi) che racconta con occhi diversi una realtà caratterizzata da tante difficoltà e, al contempo, da tanti stereotipi.

Al di là dei mille pregiudizi i Quartieri Spagnoli sono vissuti, nella grande maggioranza delle volte, da persone oneste e perbene che spesso non sono ricche e lavorano duramente per sopravvivere, c’è solidarietà, c’è aiuto reciproco, c’è accoglienza verso chi non è del posto. Nonostante ciò esiste, anche da parte degli stessi napoletani, una certa diffidenza verso i Quartieri Spagnoli che viene trasmessa anche ai visitatori, agli studenti fuori sede, agli imprenditori che non sono del posto.

Il contatto con realtà, tuttavia, si rivela ben diverso da quello che si era raffigurato all’inizio, pur senza negare le problematiche – alcune gravi – che affliggono questa zona della città di Napoli. Sospesi tra via Toledo e Corso Vittorio Emanuele, tra Chiaja ed il Vomero, i Quartieri Spagnoli sono un mondo a parte, una città nella città, dove tutto cambia percorrendo pure solo 20 metri di distanza.

[youtube height=”360″ width=”100%”]https://www.youtube.com/watch?v=3PUEcmm2coA[/youtube]

Potrebbe anche interessarti