San Gennaro non ne vuole sapere, il sangue non si scioglie. Tutto rinviato

sangue-miracolo-san-gennaroNon si è sciolto il sangue di San Gennaro. Le teche, riaperte nel pomeriggio, non hanno rivelato l’avvenuto prodigio. L’abate Vincenzo De Gregorio aveva riferito una singolarità, secondo cui il sangue presentava un velo in superficie, si scioglieva e si ricoagulava.

Quella del 16 dicembre è la terza e ultima data dell’anno in cui, secondo la tradizione, si verifica il miracolo dello scioglimento del sangue di San Gennaro. Esso, il miracolo laico, ricorda l’avvenimento del 16 dicembre 1631, quando non appena il busto del patrono fu rivolto verso il Vesuvio si arrestò l’eruzione che stava per inondare la città di Napoli.

LEGGI ANCHE
Nuova apparizione della madonna ad Ischia: prospetta uno scenario apocalittico

È grazie a quell’episodio che San Gennaro è divenuto il protettore principale di Napoli.

Tutto, dunque, è rinviato: restano ancora sette giorni di tempo affinché il prodigio possa verificarsi.

Potrebbe anche interessarti