Video. Napoli, 1100 euro per la targa estera all’auto: ecco come funziona il sistema


Luca Abete
torna a Napoli per una nuova inchiesta. Stavolta, sotto la lente d’ingrandimento dell’inviato di Striscia la Notizia, è finito un meccanismo alquanto anomalo relativo alla circolazione delle auto sequestrate. Nella città partenopea grazie ad un esperto “dissequestratore” è possibile dissequestrare il veicolo con un procedimento tutt’altro che legale: si richiede, infatti, il certificato di conformità presso la casa madre del veicolo, assicurando che questo non sia stato mai immatricolato. Il veicolo, così, viene intestato a una società estera compiacente. La macchina, quindi, avrà due targhe e due identità, una in Italia, sotto sequestro, e una straniera, libera di circolare, cosa ovviamente non permessa dalla legge.

Per quanto riguarda i costi, si tratta di 1100 euro per la pratica iniziale e di 130-140 ogni anno, eventualmente, per l’assicurazione.

IL VIDEO

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più