Campagna animalista di Sorbillo: chi ha la pelliccia non può entrare in pizzeria

O la pizza, o la pelliccia. A Napoli, nella pizzeria Sorbillo, è nata una vera e propria campagna animalista a difesa dei nostri cari amici pelosi: chi indosserà una pelliccia, infatti, non potrà mangiare la pizza. 

A dare notizia dell’iniziativa, il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, secondo cui quello lanciato da Sorbillo è “un segnale di attenzione verso i diritti degli animali che ci auguriamo possa essere seguito anche da altri ristoratori”.

È un messaggio importante quello partito dalla pizzeria napoletana, che cavalca l’ideologia dei più fervidi animalisti, che (giustamente) sostengono che la violenza gratuita con cui vengono trattati gli animali per creare questi capi d’abbigliamento deve essere abolita, visto che in commercio esistono tessuti sintetici in grado di riprodurre alla perfezione l’estetica della pelliccia “vera”.

Sempre secondo quanto riportato da Borrelli, i clienti di Sorbillo avrebbero apprezzato l’iniziativa. Un piccolo grande passo per una giusta e nobile causa.

Potrebbe anche interessarti