I Girolamini rinascono con la Federico II: ecco il nuovo corso sui libri antichi

biblioteca Girolamini di NapoliLa Biblioteca Girolamini di Napoli potrà rinascere con l’istituzione di un corso di alta formazione di “Storia e filologia del manoscritto e del libro antico”.

Turbolente sono le vicende della Biblioteca, la più antica di Napoli, che è stata posta sotto sequestro giudiziario nel 2012, quando furono accusati di saccheggio l’ ex direttore Massimo De Caro (poi condannato in via definitiva per furto di libri a pagare un mega risarcimento), il conservatore della Biblioteca padre Sandro Marsano e l’ex senatore Marcello dell’Utri. Da quel momento in poi la Biblioteca viene aperta al pubblico solo in alcune eccezionali occasioni.

Grazie all’accordo tra l’Ateneo ed il Mibact, tra il rettore Gaetano Manfredi e la direttrice generale del ministero per le Biblioteche Rossana Rummo, nascerà un corso di alta formazione, gestito appunto dall’Università di Napoli “Federico II”, una sorta di master post-laurea aperto a 20 studenti.

I primi sei riceveranno una borsa di studio di circa 6000 euro annui. Consisterà in un corso di durata biennale, rivolto a chi già possiede una laurea magistrale e per accedervi saranno valutati titoli e colloqui. Gli studenti saranno impegnati in 624 ore di lezioni frontali e 400 di laboratori. Le materie che studieranno saranno: ecdotica, linguistica, tradizione dei testi medievali e umanistici, filologia ed editoria digitale, codicologia, paleografia, storia della miniatura, tecniche di digitalizzazione del patrimonio librario. Mentre i laboratori, che saranno svolti proprio nelle sale settecentesche dei Girolamini, consisteranno nell’inventariazione e digitalizzazione del patrimonio librario della struttura.

I Girolamini potranno così diventare un luogo di studio e ricerca con il fine di realizzare un nuovo catalogo librario che sostituisca quello di Enrico Mandarini risalente al 1897.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più