“Captivi”: NarteA alza il sipario catapultandosi nel 1600

captivi

L’associazione culturale NarteA per il giorno sabato 4 marzo 2014 alle ore 18,30 e alle ore 20,00 alzerà il sipario per catapultare tutti gli spettatori nel 1600 con una visita guidata teatralizzata presso il magnifico Pio Monte della Misericordia in via Tribunali, che conserva tanti capolavori del naturalismo napoletano e che fu attivamente impegnato in opere di misericordia.

NarteA ha intenzione di riportare alla luce una pagina di storia che ha sconvolto la vita di molti meridionali compresi i partenopei, partendo dal riscatto dei “captivi” , fino ad arrivare all’assistenza sanitaria agli indigenti.

Un tuffo nel passato per non dimenticare le tante barbarie subite dalla città di Napoli quando già ricca e florida non venne risparmiata alle incursioni turche.

Una pièce teatrale per ricordare di un popolo maschile costretto a vivere con la paura di essere catturato, finire come schiavi e di un popolo femminile trattato solo come merce di scambio: “Captivi  non è un semplice viaggio temporale alla scoperta dell’arte e del passato, ma vuole trasmettere al pubblico una presa di coscienza quasi “shakespeariana” dell’animo umano”.

La quota di partecipazione è di 15 euro per gli adulti, omaggiati i bambini fino ai 12 anni.

Info e prenotazione (obbligatoria): 339.7020849 – 334.6227785

Mail: info@nartea.com

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più