Salvini: “Mai dette frasi da stadio contro Napoli”. Nel 2009 cantava “Napoletani colerosi”

Matteo SalviniMatteo Salvini è a Napoli, in anticipo rispetto ai programmi e al calendario, che segnavano come data di arrivo l’11 marzo. Matteo Salvini è a Napoli e ha già iniziato la sua campagna politica, che mira soprattutto alla riconquista di una fetta del Paese che gli ha voltato la faccia ma che gli è necessaria per ambire, per esempio, all’eventuale carica di premier.

Così, Matteo Salvini parla di Napoli come “casa sua” e rinnega anche le sue stesse azioni, come quei cori beceri a Pontida, nel 2009, quando, con un bicchiere di birra in mano, circondato da un gruppo di persone che lo accompagnavano nel ritornello, intonò una delle frasi razziste per eccellenza: “Senti che puzza, scappano anche i cani. Sono arrivati i napoletani…Son colerosi e terremotati…Con il sapone non si sono mai lavati…”.

Oggi, invece, ha affermato dimostrando di avere poca memoria (o di non sapere che i napoletani ce l’hanno parecchio lunga): “Ma frasi da stadio contro la città non le ho mai dette.”

Caro Salvini, il web, che è lo strumento che usi per la tua propaganda, è anche la tua condanna, perché non dimentica…e nemmeno i napoletani lo fanno!

ECCO IL VIDEO

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più