Camorra, 69 arresti per corruzione, anche politici e imprenditori: ECCO TUTTI I NOMI

camorra

Sono 69 le ordinanze di custodia cautelare emesse dalla Guardia di Finanza di Napoli, nell’ambito di un’inchiesta sul clan Zagaria. Sono coinvolti anche politici ed imprenditori. I reati contestati sono: corruzione, turbativa d’asta e concorso esterno in associazione mafiosa.

L’indagine, condotta da un pool di cinque pm della Dda e dal procuratore aggiunto Borrelli, ha visto coinvolti amministratori locali,funzionari pubblici, professori universitari, commercialisti, ingegneri e “faccendieri”.

L’operazione rientra nell’ambito di una più ampia attività di indagine riguardante 18 procedure di affidamento di lavori di committenza pubblica, gestite da Enti Pubblici delle province di Napoli, Caserta e Benevento, destinatari di finanziamenti nazionali e comunitari.

Questi sono accusati (oltre ai reati poco fa enunciati) di gravi irregolarità nelle gare di appalto pubblico realizzate in varie province campane, talvolta anche al fine di agevolare organizzazioni criminali di tipo camorristico.

Tra i nomi trapelati in queste ultime ore, spunta quello di Pasquale Sommesse, ex assessore e ora consigliere regionale indagato per corruzione e turbativa d’asta. Un’ordinanza bis per Alessandro Zagaria, oggi detenuto in carcere. Arrestati anche l’ex sindaco Biagio Di Muro e l’ex sindaco di Pompei Claudio D’Alessio (indagato solo per turbativa d’asta). Al centro dell’inchiestaci sarebbe anche Guglielmo La Regina, professionista già coinvolto lo scorso anno nello scandalo sulla ricostruzione di Palazzo Teti Maffuccini.

Tutte le persone coinvolte sono quindi chiamate a difendersi in Tribunale per gettare luce sulla vicenda.

L’ELENCO COMPLETO DEI COINVOLTI

Potrebbe anche interessarti