Napoli revocherà la cittadinanza onoraria a Cialdini, autore di stragi nel 1861

All’unanimità il Consiglio Comunale della città di Napoli ha approvato l’ordine del giorno per verificare la possibilità, stando alle norme attualmente in vigore, di revocare la cittadinanza onoraria a Enrico Cialdini, generale dell’esercito piemontese nel 1860 e 1861, durante il Risorgimento.

La figura di Cialdini è molto più che controversa, poiché fu autore di diverse stragi di popolazioni del Sud durante l’invasione e la conquista del Regno delle Due Sicilie. Egli è responsabile, per esempio, del massacro di Pontelandolfo e Casalduni, così come del bombardamento di Gaeta nonostante la roccaforte si fosse già arresa, provocando morti inutili e incredibilmente crudeli.

Recentemente molte città di tutta Italia, anche nel Nord del Paese, gli hanno revocato l’intitolazione di strade a causa dei massacri perpetrati su suo ordine.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più