Napoli sempre più cara. Dai bus all’Irpef: ecco tutti gli aumenti

Il bilancio di previsione del Comune di Napoli, portato ieri in aula di consiglio e soggetto a voto a metà aprile, evidenzia una situazione economica molto complessa: la città è povera, ma è sempre più cara. La qualità dei servizi offerti è scadente, ma sono previsti dei rincari per tutte le tariffe e i costi che fanno parte della vita quotidiana dei cittadini (e anche dei turisti, come vedremo).

L’aumento principale interessa il costo del biglietto del bus, che passa a 1 euro e 10 ed entro 3 anni a 1 euro e 30, con un incremento, quindi, del 30%. Rincaro considerevole anche per i parcheggi dei residenti: da 10 euro l’anno si arriverà a 150 euro l’anno (la quota da pagare sarà valutata in base all’Isee).

Crescerà anche l’addizionale Irpef, che prima non toccava chi aveva un reddito fino ai 15mila euro: ora, invece, la soglia scenderà a 8mila euro, coinvolgendo quindi decine di migliaia di famiglie meno abbienti.

Gli aumenti riguarderanno, come detto sopra, anche i turisti. Il Comune, infatti, ha previsto un rincaro della tassa di soggiorno: 50 centesimi in più per ogni notte in hotel e 1 euro in più per ogni notte in un B&b.

Potrebbe anche interessarti