De Magistris: “Azioni cattive e violente contro Napoli. Vogliono metterci in ginocchio”

Luigi De Magistris

Torna a parlare il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, e lo fa ancora una volta attraverso la sua pagina Facebook. La scorsa settimana, il primo cittadino aveva lamentato alcuni problemi sull’approvazione del bilancio del Comune, parlando esplicitamente di “500 milioni che non vogliono farci investire”.

Ecco cosa ha scritto, invece, questa mattina: “La Città di Napoli sta acquistando sempre più forza e potenza a livello nazionale ed internazionale. Il protagonismo dei napoletani è divenuto determinante. In tanti, sempre di più, si accorgono che la forza di Napoli oggi è data dall’energia dei napoletani e dall’autonomia della Città e della nostra azione politica. L’autogoverno partenopeo preoccupa, perché è contro il SISTEMA. In questa città Agorà e questione morale si praticano“.

Prosegue: “In questi giorni hanno messo in campo insidiose, subdole, cattive e anche violente azioni per metterci seriamente in difficoltà e provando ad impedirci di approvare il bilancio in giunta. Non ci sono riusciti e non riusciranno ad arrestare la rivoluzione. Perché la nostra tenacia e il nostro coraggio sono indomabili. Stanno provando a fermarci cercando di metterci in ginocchio sul piano finanziario. Siamo pronti ad ogni battaglia per difendere la Città“.

Conclude: “Sta per iniziare una fase nuova per Napoli: per noi l’obiettivo è la costruzione di una Città Comunità, autonoma e potente da ogni punto di vista. Il Sistema vuole mettere vecchi e nuovi guinzagli, i napoletani devono essere pronti a strapparli e liberare tutte le energie. È importante, è necessario, che il popolo sia unito. Lotteremo uniti, con tutte le nostre forze, per Napoli!

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più