Napoli, ripristino dei binari a Mergellina: ecco come sarà la rete tramviaria

Nell’ampio Piano Urbano della Mobilità Sostenibile del Comune di Napoli, c’è spazio anche per l’ampliamento della rete tramviaria. Il progetto è stato approvato lo scorso 30 maggio, e prevede sostanzialmente due fasi. Innanzitutto, ci sarà il ripristino della linea tranviaria fino a Mergellina, con lo spostamento dell’attuale capolinea da piazza Municipio a piazza Sannazaro, servendo via Acton, piazza Vittoria e la riviera di Chiaia, per uno sviluppo di circa 3,5 km. Poi, verrà fatto un prolungamento della linea tranviaria di via Stadera per circa 900 metri, fino al deposito di via Nazionale delle Puglie.

In una seconda fase, potranno prevedersi ulteriori linee tranviarie, soprattutto nella zona orientale della città. E, secondo un’indiscrezione lanciata da Il Mattino, c’è allo studio l’ipotesi di una nuova rete che si estenderà dall’area Est di Napoli fino alla zona costiera. Oggi la rete tranviaria in esercizio ha una lunghezza complessiva di circa 12 km (24 km di binari) e si sviluppa essenzialmente lungo la linea costiera, da San Giovanni a piazza Municipio, con una diramazione che, attraverso il corso Garibaldi, giunge fino a via Nuova Poggioreale e via Stadera.

Al momento, l’unico deposito-officina a servizio della rete tranviaria è quello di corso San Giovanni, con conseguenti ripercussioni negative in termini di esercizio. Di fronte a questi problemi, è impossibile stabilire i tempi dei lavori. Non ci sono scadenze precise (nel documento si parla di lavori che vanno dai 5 ai 10 anni) ma, con l’arrivo di nuovi fondi – vedi “Patto per Napoli” – c’è la concreta possibilità che questo progetto prenda il via il prima possibile.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più