Pint of Science porta la scienza nei pub di Napoli: ingresso gratuito e libero

Pint of Science

Pint of Scienze è l’evento che porterà la scienza nei pub per 3 giorni: dal 15 al 17 maggio. I tre ben noti locali del centro storico di Napoli saranno: Slash, Museum Shop&Bar e l’ex-Asilo Filangieri. Questi apriranno le loro porte a scienziati di fama internazionale in grado di rendere la scienza fruibile anche per i non addetti ai lavori.

Pint of Science, che si svolge contemporaneamente in 18 città italiane e 11 paesi al mondo, è un evento gratuito ad ingresso libero e senza scopo di lucro in cui tutti lavorano su base volontaria. Il suo scopo è quello di rispondere alla curiosità delle persone che vogliono conoscere le ultime frontiere della ricerca e dà modo ai ricercatori, che la scienza la fanno tutti i giorni, di raccontarla.

La manifestazione prevede 6 diverse aree tematiche: Beautiful Mind (neuroscienze, psicologia e psichiatria); Atoms to Galaxies (chimica, fisica e astronomia); Our Body (biologia umana); Planet Earth (scienze della terra, evoluzione e zoologia); Tech Me Out (tecnologia e computer); Social Sciences (legge, storia e scienze politiche).

Tutte le scienze avranno il loro giusto spazio. I vari temi verranno affrontati da ricercatori di alto livello scientifico esperti nel comunicare le proprie discipline ad un pubblico non specialistico. Gli scienziati affronteranno numerose tematiche scientifiche di attualità: dal rapporto tra produzione di cibo e sostenibilità, alla sicurezza alimentare nel mondo OGM;

dai limiti della democrazia rappresentativa, alle potenzialità di innovazione delle manifestazioni artistiche; da processi biologici chiave per la comprensione di alcune malattie umane, alla ricerca di vita al di fuori del pianeta Terra. Nel napoletano si terrà un evento a sera per ogni locale. Ci saranno in totale 9 eventi per 3 giorni. Qui troverete l’intero programma a Napoli di Pint of Science.

Tra gli ospiti Francesco Amoretti, professore presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione all’Università di Salerno, che lunedì 15 maggio parlerà delle potenzialità e dei limiti della democrazia digitale, presso l’Ex-Asilo Filangieri. Contemporaneamente al Museum Bar ci sarà l’ematologo Antonello Pinto che parlerà delle terapie innovative per la cura dei tumori del sangue.

Il 16 maggio presso lo Slash, Gabriele Procaccini tratterà il tema dell’uso sostenibile delle risorse ittiche e dei problemi collegati alle attuali pratiche di pesca. Successivamente interverrà Cesare Cascella che tratterà sul tema delle relazioni città-campagna. Nella stessa serata Maria D’Ambrosio ed Eva Milella si avvicenderanno all’Ex-Asilo Filangieri per trattare il tema dell’innovazione, visto attraverso la prospettiva di un’installazione artistica.

Mercoledì 17 maggio, Massimo Della Valle, direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte ci condurrà al di fuori del nostro Pianeta, alla ricerca di vita extraterrestre. Al Museum invece, Roberto Defez  tratterà il tema degli OGM nell’alimentazione umana. Dunque a Pint of Science ci sarà: astronomia, biologia, ingegneria, scienze sociali. Insomma di tutto e di più, cosa aspettate ad andarci?

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più