Sii Turista Della Tua Città pulirà la spiaggia di Coroglio: “Un luogo stuprato”

Giurai dinanzi al mare,
son servo di questa terra,
Parthenope me l’ha donata,
ed io morirò per difenderla.

Bagnoli rappresenta uno dei quartieri con più paradossi della città di Napoli. Speculazione edilizia, scelte assurde e contraddittorie dello Stato e delle varie amministrazioni hanno reso questa parte di città – dal potenziale enorme quanto il lungomare Caracciolo – una delle più grandi tristezze socio-politico-culturali oltre che ambientali.

Una condizione che violenta ogni singolo giorno non solo chi vive questa parte di città, ma anche tutti coloro che vi passano alla conquista della movida o semplicemente per arrivare al Parco Virgiliano.

Per cercare di cominciare a trasformare questo deserto in un luogo all’altezza del dono che la natura gli ha fatto, occorre una carica d’Amore enorme. Così il 20 maggio, sabato prossimo, noi volontari di Sii Turista Della Tua Città faremo una grande pulizia della spiaggia di Coroglio, a partire dalle ore 15.30.

Ritorniamo quindi pressoché a distanza di un anno su di una spiaggia di Napoli per effettuare una riqualifica, come l’anno scorso al Lido Mappatella, probabilmente una delle azioni del movimento che ha smosso di più l’opinione pubblica negli ultimi anni.

La pulizia di Coroglio non cambierà di certo il destino immediato del territorio, ma vuole essere un nuovo faro sulla questione della bonifica, un momento d’incontro per prendersi cura di quel luogo dove ogni forma di istituzione politica del passato ha fallito, con sceneggiate, promesse elettorali e tradimenti nei confronti di un Popolo che non merita questa violenza, questa ennesima mancanza di rispetto.

Oltre agli attrezzi necessari alla pulizia porteremo degli aquiloni, invitando le persone a farli volare. Saremo inoltre aiutati da alcuni sommozzatori per pulire parte dei fondali. Chi vuole può portare materiale utile alla pulizia, come guanti, sacchi della spazzatura e così via.

Siamo tutti Uniti nel nome di quella Sirena che ci ha dato la vita!

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più