Luca Abete querela 3 volte il napoletano Luca Delgado: il giudice gli dà torto

Luca Delgado vince in tribunale contro Luca Abete. Lo scrittore napoletano, a seguito di alcune dichiarazioni in cui metteva in dubbio la veridicità dei servizi del giornalista di Striscia la Notizia, era stato querelato da Antonio Ricci (il papà del programma in onda su Canale 5) e Luca Abete.

Delgado aveva criticato pubblicamente una serie di servizi confezionati da Abete. In particolare, un servizio sui napoletani in giro senza casco; servizio, secondo Delgago “montato ad arte e che in realtà avevano chiesto a dei ragazzi in moto di togliere il casco e farsi riprendere“, come spiega in un post su Facebook.

Un’altra critica arriva per un servizio su alcuni richiedenti asilo a Bari, che provavano a scavalcare la recinzione di un centro accoglienza per scappare via. “Quelli di Striscia erano lì con una troupespiega lo scrittore napoletano con un lungo post su Facebooke si erano inventati una vera e propria giuria, tipo olimpiadi, in cui davano i voti a quei poveretti che provavano a fuggire“. Nelle ultime ore è arrivata la decisione del giudice, che ha chiesto l’archiviazione del procedimento per diffamazione avviato da Abete e Ricci.

Nessuna diffamazione, quindi, da parte di Delgado nei confronti di Abete e Striscia la Notizia. Si legge negli atti: “E’ evidente che Delgado abbia liberamente e legittimamente manifestato il suo dissenso sulle modalità di confezionamento dei servizi televisivi presentati o ideati da Abete e Ricci e ciò a prescindere da quelle che potevano essere le finalità ed i temi sui quali, con quelle trasmissioni, si intendeva sollecitare l’opinione pubblica“.

Conclude il giudice: “Si ritiene accoglibile la richiesta di archiviazione avanza dal pm in ordine alle condotte oggetto delle querele presentate da Abete Gianluca e Ricci Antonio perché scriminate ex art. 51 c.p. dall’esercizio del diritto di cronaca e si ritiene anche che non siano esperibili ulteriori indagini“. Questa, la risposta di Luca Abete a Delgado in una diretta Facebook:

Potrebbe anche interessarti

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy