Napoli, incendio in Villa Comunale: in fiamme la casa di un senzatetto

immagine di repertorio

Senzatetto costretti ad usare monumenti in abbandono come casa. E’ successo ieri, nella Villa Comunale di Napoli. Intorno alle 18, riferisce Repubblica, si è verificato un incendio nella Casina del Boschetto. La struttura, da anni abbandonata e devastata dall’incuria, è diventata l’abitazione di un senzatetto.

Per fortuna, il giovane clochard non era presente quando è iniziato a divampare l’incendio. I vigili del fuoco hanno domato le fiamme che hanno distrutto le masserizie conservate dal senzatetto nella struttura: “Potrebbero essere stati anche dei ragazzi, ad appiccare il fuoco – spiega un custode – Lui non vuole che nessuno si avvicini a quella che considera casa sua“.

Non si tratta del primo caso in città di un senzatetto costretto a vivere in strada, in strutture pubbliche abbandonate. Un altro caso è quello di Tiziana, ragazza di 30 anni che, in Galleria Umberto I, si è costruita una capanna, con coperte e cartoni, una piccola “casa” in pieno centro.

L’immobile in questione, da tempo, non si trova sotto la responsabilità del Comune di Napoli.

Potrebbe anche interessarti