Chalet Ciro, nessun segnale dal Comune: “Costretti a licenziare 20 dipendenti”

Dopo la protesta scattata per il provvedimento del Comune, che vieta l’installazione di tavolini ed ombrelloni occupando una quota eccessiva di suolo pubblico, lo storico Chalet Ciro è costretto a prendere decisioni drastiche.

Dal Comune di Napoli non sono per adesso giunte notizie alla proprietà del locale, per cui il titolare dello Chalet, Antonio De Martino, dovrà procedere con i primi licenziamenti.

Venti dipendenti perderanno il proprio posto di lavoro: “Non abbiamo ricevuto alcuna notizia da parte del Comune – spiega De Martino –, in attesa del ricorso al Tar mi vedo costretto a prendere un provvedimento che mi spezza il cuore. Chiediamo di essere ascoltati, è una situazione insostenibile!”.

Potrebbe anche interessarti