Investe un uomo a via Marina e scappa via: chef muore 9 giorni dopo l’incidente

Due notti da tragedia per lo chef dei noti Hotel Vesuvio e Hotel Santa Lucia e per la sua famiglia: la prima quella dell’incidente in sella al suo scooter, il 24 ottobre; l’altra quella mercoledì scorso, quando la vita del 57enne Gennaro Mannuzza si è spenta per morte cerebrale.

Stava tornando a casa dopo l’ennesima giornata di lavoro Mannuzza quando, intorno alle 23:00, un’auto lo investe in via Marina, all’altezza della cosiddetta Stella Polare: non si fermerà l’automobilista, lasciandolo agonizzante sull’asfalto per parecchi minuti (chissà se fatali), prima che un passante chiami finalmente i soccorsi.

Per nove giorni – come riporta l’edizione online del quotidiano IlMattino.it – il dolore per la tragica notizia dell’incidente lascia spazio alla speranza tra i familiari dello chef Gennaro Mannuzza, che però l’1 novembre si arrende al suo fatale destino e alla vigliaccheria di un automobilista il quale ora risulta indagato per omissione di soccorso e omicidio stradale.

Potrebbe anche interessarti