Napoli, cassonetti sulle strisce pedonali di una scuola per ciechi

Napoli – L’Asia, la ditta che si occupa della nettezza urbana a Napoli, ha recentemente installato nelle strade nuovi cassonetti per la raccolta differenziata. Il problema è che il posizionamento di queste campane, in alcuni casi, è totalmente irregolare. Ad esempio, alcuni bidoni sono stati posizionati sulle strisce pedonali a ridosso della scuola Colosimo, in via Santa Teresa degli Scalzi, famosa per essere una scuola per ragazzi non-vedenti.

“E’ assurdo. Così è difficile se non impossibile il passaggio a persone che hanno problemi a camminare regolarmente”. Ha commentato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione politiche sociali, aggiungendo che “la questione è stata immediatamente portata all’attenzione dei vertici dell’Asia grazie al consigliere comunale del Sole che ride, Marco Gaudini”.

“Abbiamo anche provato a spostarli personalmente per rimuovere immediatamente quella vergogna, ma era impossibile per il peso delle campane” ha aggiunto Borrelli per il quale non escludiamo che possano essere state spostate da qualcuno per guadagnare spazio per parcheggiare auto e moto, ma Asia dovrebbe essere particolarmente attenta a evitare che le campane per la raccolta differenziata così come i cassonetti ancora in giro non siano posizionati sulle strisce pedonali e a ridosso di altri punti strategici”.

In mattinata i ragazzi non vedenti dell’Istituto, che più volte sono andati a sbattere contro i cassonetti, hanno inscenato una protesta assieme al consigliere Borrelli denunciando: “Già gli incivili del quartiere parcheggiano spesso le loro auto sullo scivolo per disabili e davanti all’ingresso del Colosimo causandoci gravi disagi, adesso si aggiunge anche l’Asia”.

Potrebbe anche interessarti