De Luca: “Basta con Gomorra, non dà alcun modello positivo per i giovani”

Vincenzo De Luca

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato di svariati argomenti durante la sua conferenza stampa di fine anno in corso nella sala giunta De Sanctis di palazzo Santa Lucia a Napoli. Diversi i risultati conseguiti ed enunciati da De Luca tra cui i trasporti gratuiti per gli studenti universitari e l’importante contributo dato ad Eav: “Per i trasporti lanciamo 105 mila abbonamenti gratuiti per gli studenti campani. Una grandissima operazione sociale a tutela del diritto allo studio e della povera gente. 

Abbiamo risanato Eav: prima azienda pubblica che licenzia. Altri 200 pullman e 45 treni per il 2018. Sono orgoglioso.” Il presidente oltre a guardare il presente mira anche al futuro soprattutto per quanto riguarda la sanità in Campania: “Per la prima volta abbiamo un piano ospedaliero. Chiederemo 4000 nuovi posti di lavoro per la sanità campana. Tremila precari stabilizzati. Ecco la nostra operazione per far risalire la sanità campana.”

De Luca non s’è fatto mancare niente. Queste le sue dichiarazioni contro le serie-denuncia che, secondo il governatore, mettono in cattiva luce Napoli, come Gomorra di Roberto Saviano: In Campania c’è emergenza educativa, quando gruppo di minori accoltellano un coetaneo siamo oltre la soglia tollerabile della civiltà. Mi piacerebbe emergesse la immagine della mamma di Arturo e non quelle di folclore e sciatteria, con quelli con la cresta di cavallo che parlano un linguaggio gergale.

Si sguazza nel pulcinellismo a causa del masochismo storico. In questi prodotti audio visivi non si riescono a trovare profili positivi, mai i giovani che si sacrificano. Abbiamo il dovere di salvare i ragazzi di Napoli. Porteremo i docenti nei quartieri e diremo mille volte che il destino dei giovani con la cresta è o la galera o la morte.”

LEGGI ANCHE
I prodotti più amati: birre e gelati. Campania sul podio della produzione artigianale

Potrebbe anche interessarti