Napoli presa d’assalto dai turisti. Previsioni positive anche per il 25 Aprile

I turisti scelgono Napoli per Pasqua e Pasquetta (3)

I turisti hanno scelto Napoliper trascorrere le proprie vacanze pasquali. Un vero e proprio boom di richieste per i luoghi d’arte che, tra Pasqua e Pasquetta, hanno registrato affluenze da record. Musei e mostre sold out, file interminabili ai botteghini per assistere alle numerose mostre dislocate in vari punti della città. Napoli vince la sua personale sfida: pulita, efficiente e ben gestita, è pronta per il tanto atteso riscatto!

Warhol con le sue 12mila presenze in tre giorni si riconferma il “fenomeno artistico” del momento! Solo nella giornata di lunedì stati staccati circa 1500 biglietti. Cifre incredibili capaci di sorprendere perfino gli addetti ai lavori. L’assessore comunale al Turismo, Nino Daniele, ha così commentato i risultati ottenuti: “Sorprendendo anche i più scettici, ancora lunghissime file al Pan per Warhol, nonostante il sole che picchia e il biglietto da pagare. È bellissimo. C’è gente ovunque, sul lungomare, a Bagnoli, nel centro storico, dappertutto“.

Ma cosa si deve un tale successo? Secondo l’assessore comunale il merito di un così alto consenso si deve ad un’attività di promozione culturale molto intensa ad opera del Comune di Napoli che, ha scelto di portare proprio nella nostra città, alcune tra le principali mostre attualmente in programma in Europa.

Non solo Warhol tra le mostre che hanno riscosso un grande successo nel pubblico dei vacanzieri! Boom di richieste anche per la Mostra impossibile” in programma al complesso monumentale di San Domenico Maggior che, nella giornata di Pasquetta, ha contato oltre mille ingressi, raggiungendo i 50mila visitatori in appena 4 mesi.

Il sindaco De Magistris parla di un vero e proprio assedio alle bellezze monumentali della nostra città con migliaia di turisti a passeggio tra le più belle e caratteristiche strade del centro. A dispetto di chi credeva non fosse possibile la città è stata all’altezza. Musei aperti, castelli accessibili al pubblico, tutto funzionante e con un clima da far invidia alle più belle giornate estive.

Non da meno il luoghi del gusto. Pizzerie e ristoranti in piena attività a partire dalle 12.00, tranne la storica pizzeria “Sorbillo” chiusa come da tradizione. Saracinesche abbassate per il re della pizza che, nonostante tutto, ha visto il crearsi di una lunga fila di turisti speranzosi in un’improvvisa apertura della pizzeria.

Anche fuori dal centro storico registrati ottimi risultati. La mostra dei dinosauri allestita alla “Città della Scienza” ha riscosso un incredibile successo soprattutto tra i turisti inglesi e tedeschi. Non da meno il museo Archeologico con oltre 2200 visitatori, San Martino con 1700 e Palazzo Reale con i suoi 1800 biglietti staccati.

L’unico spazio napoletano a rimanere un po’ sottotono è stato il museo di Capodimonte, con le sue solite 1000 presenze. A raffreddare gli animi la chiusura preventiva del parco che ha così inibito centinaia di curiosi.

Secondo gli addetti ai lavori a rendere possibile un tale fermento turistico, la presenza di telecamere e impianti di videosorveglianza presidiati da vigili e forze dell’ordine.

C’è chi dice che per il prossimo 25 Aprile si potrà contare su dati altrettanto positivi e sorprendenti, in attesa che Napoli torni nuovamente ad essere la città dell’arte e  del turismo!

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più