Anm, per gli invalidi zero sconti sugli abbonamenti 2018

Manca l’accordo tra Comune di Napoli e l’azienda dei trasporti Anm e a farne e spese sono gli utenti, in particolare i passeggeri invalidi o con disabilità. Per loro quest’anno, almeno per il momento, non ci saranno agevolazioni fiscali di sorta.

E pensare che fino all’ano scorso alle categorie A, B e C – ovvero invalidi civili e del lavoro, mutilati e invalidi di guerra o di servizio e le rispettive vedove – spettava uno sconto pari addirittura al 90% del prezzo intero sugli abbonamenti.

Dunque, tutti i cittadini che vorranno usufruire degli autobus dell’Anm per spostarsi entro la città e la provincia di Napoli dovranno munirsi di biglietti o abbonamenti interi, altrimenti saranno passibili di sanzioni economiche, senza distinzioni tra coloro che hanno degli handicap e quelli che non ne hanno.

Una situazione che tuttavia potrebbe sbloccarsi con lo stanziamento di 1,6 milioni di euro da parte del Comune di Napoli, al quale sta lavorando l’assessore al Welfare, Roberta Gaeta. D’altronde non è la prima volta che si presenta questo problema.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più