Foto. Napoli, siringhe nel bagno della metro Università: la denuncia su Fb

Siringhe
foto di Laura Fiore

“Oggi ho pagato 20 cent per fare la pipì in queste condizioni …metro linea 1 fermata università Napoli.” Con questo messaggio e questa foto una ragazza ha denunciato sulla propria pagina Facebook lo stato di degrado in cui versa il bagno della metro linea 1 alla fermata Università. Uno spettacolo deprimente a cui la povera vittima ha dovuto assistere nonostante abbia pagato per usufruire del servizio igienico che doveva almeno essere pulito, e invece non lo era affatto.

Siringhe sporche e usate molto probabilmente da tossici, gettate nel lavabo dove andrebbero lavate le mani. Una situazione angosciante che, dopo la denuncia sul social network, ha scatenato l’ira e l’indignazione del web. Sembra essere un fenomeno diffuso l’utilizzo di questi bagni pubblici, seppur a pagamento, da tossici e drogati per iniettarsi dosi di veleno nelle vene. Una soluzione potrebbe essere quella di installare delle luci blu nei servizi pubblici. In Svizzera questo rimedio è già attuato e rende molto difficile per il tossicodipendente, se non impossibile, riuscire ad individuare le vene.

Potrebbe anche interessarti