Giugliano, scoperti 220 ettari di terra avvelenata impossibile da bonificare

rifiuti tossici

 Scoperta shock nelle campagne giuglianesi. A seguito di alcuni controlli effettuati direttamente dalle autorità sanitarie, sono emersi dati inquietanti sulla condizione ambientale delle campagne del Napoletano.

Giugliano, 220 ettari di veleni senza possibilità di bonifica. Il primo studio dell’Istituto superiore di Sanità afferma che l’inquinamento è senza rimedio. Ma la falda acquifera risulta contaminata da sostanze cancerogene volatili anche nei 2mila ettari circostanti.

«Realisticamente la bonifica appare impossibile – ammette il commissario di governo, Mario De Biase – Per legge, infatti, bisognerebbe raccogliere tutti i materiali, rimuoverli e trasportarli altrove. Stesso discorso vale per le acque. Un’impresa proibitiva».

 

Fonte: Il Mattino

Potrebbe anche interessarti