Regus sceglie Napoli Est come sede dei suoi uffici, grande party d’apertura in via Brin

Dopo le sedi di Municipio e Centro Garibaldi, la Regus, multinazionale leader nella fornitura di spazi di lavoro flessibile, sbarca nuovamente a Napoli col suo terzo centro, ubicato in via Benedetto Brin, nel cuore di quella Napoli Est tanto fatiscente quanto ricca di possibilità: la portata innovativa del servizio di coworking, uffici virtuali e a giornata raddoppia il suo impatto scegliendo come cornice una zona abbandonata della città che, sede di una realtà così prestigiosa, emergerà sicuramente rinnovata e qualificata.

A inaugurare il nuovo palazzo di uffici una grande festa a cui hanno partecipato i vertici di Regus, numerosi professionisti napoletani e tante personalità del mondo della finanza e dello spettacolo, partenopei e non: tutti hanno accolto con entusiasmo la scelta di Regus, leader globale nel settore, di scommettere ancora una volta sulla città di Napoli.

E’ Mauro Mordini, amministratore delegato di Regus Italia, a spigarci perchè: “Regus rende flessibile ciò che per sua natura è molto rigido: il mercato immobiliare. Noi diamo la possibilità ai nostri utenti di usufruire di spazi uffici e di tutti i relativi servizi d’impresa in modo veloce e flessibile, in termini di spazio, tempo e anche location. Napoli è già alla sua terza sede, Milano ne ha 20.” L’iniziativa risulta notevole anche in termini di rigenerazione urbana e industriale di un’area altrimenti sottovalutata: “Intendiamo posizionarci là dove le aziende vogliono essere. Quest’area sposa bene la nostra idea di business, nel pieno centro di Napoli e vicino alla stazione”

Gli fa eco l’amministratore di StudioEsse Massimiliano Santoli: “Regus offre la possibilità di cominciare a lavorare a chi non ne ha i mezzi. In tempi di penuria di lavoro, avere a disposizione spazi di lavoro liquido è una grande possibilità, specie se forniti di tutti i servizi e collocati in una sede prestigiosa”

La youtuber Arianna Triassi pone invece l’accento sull’importanza di avere a disposizione uno spazio privato, lontano da distrazioni e rumore, funzionale alla produttività del lavoro.

Roberto Dasalto, direttore della Business School di Napoli, sottolinea invece un altro aspetto del lavoro flessibile: “le aziende per crescere hanno bisogno di confronto. Dal punto di vista del coaching e della formazione manageriale luoghi del genere aumentano la produttività delle idee. Più sono innovative, più aumenta la capacità di produrre e distribuire ricchezza.”

La serata ha visto l’intervento di numerosi nomi dello spettacolo, come la modella Valeria Karnaukhova e gli attori Cristiano Di Maio e Nicoletta D’Addio, attualmente impegnati a teatro con Troppo Napoletano.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=np9zS_ktmpI[/youtube]

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più