Napoli, il dramma di una 18enne: “Il mio datore di lavoro mi ha violentata”

Napoli – Un incubo quello vissuto da una ragazza di 18 anni, una violenza sessuale subita dal suo datore di lavoro laddove, forse, si sentiva al sicuro, in quel negozio di Poggioreale dove fa la commessa.

La ragazza impiegata da mesi nel negozio, ma mai nessun segnale di quel pericolo che poi si è materializzato nella serata di martedì, nell’orario di chiusura, ma denunciato solo il giorno dopo.

La ragazza si è ritrovata, in pratica, in trappola, chiusa nei locali del negozio dove il suo titolare avrebbe approfittato di lei che ha anche tentato di reagire, ma tutto è stato inutile.

La ragazza ha raccontato tutto ai parenti che l’hanno accompagnata all’ospedale Loreto Mare dove sono state attivate le procedure del pronto soccorso ginecologico e l’assistenza dello sportello anti-violenza, prima di essere dimessa con una prognosi di dieci giorni.

Secondo la versione rilasciata ai poliziotti, il fatto sarebbe accaduto il 6 marzo, in orario di chiusura, mentre erano in atto le solite operazioni di routine. All’improvviso sarebbe scattato qualcosa nella testa dell’uomo che avrebbe approfittato della ragazza nel bagno dell’esercizio commerciale.

La Polizia indaga, si attendono le prime certezze, anche di carattere medico. Nessun ricovero per la ragazza che in queste difficili e interminabili ore ha al suo fianco la sua famiglia.

Potrebbe anche interessarti