Intelligenza artificiale per prevenire i tumori: a Napoli il primo centro d’Italia

Napoli – L’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” e il Dipartimento di Ingegneria ICT e Tecnologie per l’Energia e i Trasporti (DIITET) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e l’IBM Italia, hanno siglato un accordo per l’apertura del primo Centro di Sperimentazione in Italia per l’applicazione dell’intelligenza artificiale e dei sistemi cognitivi nella medicina di precisione.

Lo scopo è quello di raggiungere nuovi traguardi nel campo della medicina, con una viva collaborazione tra eccellenze del settore, per trovare nuove soluzioni in materia di prevenzione e diagnosi per le patologie tumorali.

La cerimonia per la firma dell’accordo si è svolta presso la sala del consiglio dell’ Istituto nazionale tumori – IRCCS “Fondazione G. Pascale”, ed ha visto protagoniste tutte le parti coinvolte nel progetto, nella persona dei loro responsabili.

Queste le parole di Attilio Bianchi, Direttore Generale IRCSS “G. Pascale”, riportate da Il Roma: “Siamo onorati che IBM e CNR abbiano individuato il Pascale per attivare questa ricerca di respiro internazionale. Metteremo a disposizione tutto il nostro know how, certi di partecipare alla creazione di un nuovo paradigma per la ricerca e l’assistenza“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più