Napoli. Malore a scuola, 14enne aveva inalato fumo di copertoni bruciati

Si è evitata quella che poteva essere una tragedia nel Napoletano. A Scampia, un ragazzino di soli 14 anni si è sentito male mentre era a scuola. La vicenda è accaduta nella mattinata di ieri. Lo studente improvvisamente ha cominciato ad avvertire dolori al torace e difficoltà nella respirazione. Gli organi scolastici prontamente hanno allarmato il 118 che è intervenuto nel plesso scolastico con l’ambulanza della postazione Aeroporto.

L’equipe del 118 ha prestato da subito i soccorsi necessari al ragazzo: questi era in stato cianotico, sudato e con grandi difficoltà nel respirare. Come riferisce Il Mattino, il medico e l’infermiere dopo aver sottoposto il ragazzino a cortisone e seguite le operazioni necessarie per salvargli la vita l’hanno trasportato d’urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli. La prontezza dell’autista dell’ambulanza ha fatto si che il ragazzino arrivasse in pochi minuti all’ospedale.

Il quattordicenne, come descritto nei referti, è fuori pericolo e ha ripreso la regolarità dei suoi parametri vitali compromessi da laringospasmo e stenosi bronchiale. L’evento fortunatamente si è concluso per il meglio. Si suppone che il ragazzino, come riportato dalla pagina fb “Nessuno tocchi Ippocrate”, si sia trovato in questo stato perché abbia inalato il fumo di copertoni bruciati in un adiacente campo ROM.

Potrebbe anche interessarti