Buongiorno Ceramica a Capodimonte: visite guidate e nuove collezioni in mostra

Dal 17 al 20 maggio 2018, appuntamento con la ceramica al Museo e Real Bosco di Capodimonte. Tante, infatti, le mostre e le visite guidate organizzate. Ad esempio, la visita al servizio in terraglia della manifattura Del Vecchio, decorato con gli uccelli selvatici che richiamano il sito di Carditello, o quelle al Museo nazionale della ceramica Duca di Martina-Floridiana alla manifattura Giustiniani, con 176 pezzi marcati dalla famosa G che escono dai depositi. Senza dimenticare la mostra al Cellaio (nel Real Bosco di Capodimonte) delle nuove collezioni dell’Istituto ad indirizzo raro G. Caselli-Real Fabbrica di Capodimonte con uno speciale “porta-babà”.

Un programma ricco, quindi, che prende il nome di “Buongiorno Ceramica” e presentato ieri dal direttore del Museo di Capodimonte Sylvain Bellenger, da Valter de Bartolomeis, dirigente del Caselli, da Luisa Ambrosio direttrice della Floridiana e dagli assessori alle attività produttive di Comune Enrico Panini e della Regione Campania Amedeo Lepore.

Fondata nel 1743 dal re Carlo di Borbone e da sua moglie, la regina Maria Amalia di Sassonia, la Real Fabbrica di Capodimonte ha dato inizio a una tradizione che non è mai finita e che si avvale del fondamentale rapporto con il Caselli che sabato e domenica al Cellaio esporrà le nuove collezioni prodotte in collaborazione con le aziende del territorio, tra cui un originale “porta-babà”. Sempre al Caselli, inoltre, venerdì 18 maggio alle ore 11.30 sarà presentato il forno civico, ovvero ad uso di tutti quegli artigiani che ne facciano richiesta prenotandosi presso l’Istituto.

Fondamentale anche il supporto delle istituzioni, con l’assessorato alle Attività produttive del Comune di Napoli e quello regionale alle attività produttive che hanno messo in campo benefici diretti alle imprese del settore e un bando da 28 milioni di euro per le imprese artigiane. All’evento collaborano anche le associazioni Amici della Real fabbrica, Il Gusto buono di Napoli e Amici di Capodimonte onlus.

Per conoscere il programma completo, cliccare qui

Potrebbe anche interessarti