13enne in coma etilico, la madre: “Ho creduto di averlo perso per sempre”

Si è risvegliato il 13enne che sabato sera è stato soccorso per un grave stato di coma etilico a San Sebastiano al Vesuvio e ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Santobono. “Ho creduto di averlo perso per sempre“, ha detto la madre Simona che, dopo una lunga notte di angoscia, ha potuto tirare un sospiro di sollievo per il risveglio del figlio.

Quello che non è ancora chiaro è come sia stato possibile che il giovane abbia assunto una così grande quantità di alcol e sostanze cannabinoidi, così come rilevato dai test medici. Doveva essere una semplice festa, ma ha rischiato di tramutarsi nell’ennesima tragedia dovuta all’uso smoderato di alcol e droghe.

La notizia del malore del figlio, Simona l’ha ricevuta da un amico del ragazzo che per telefono l’ha informata dell’arrivo dell’ambulanza, con i sanitari del 118 pronti ad adoperarsi per i primi soccorsi: “Ho visto mio figlio morto, non si muoveva, ho cercato di strattonarlo e di parlargli ma senza alcuna reazione, ho pensato che non lo avrei rivisto più vivo e sono salita con lui in ambulanza, tenendogli la mano”, così ha commentato Simona gli attimi di paura vissuti.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più