Alberto Angela: “Napoli un mondo bellissimo. Vedo la gente che mi ama veramente”

Napoli- È appena terminata la cerimonia al Maschio Angioino in cui Alberto Angela ha ricevuto la cittadinanza onoraria. Ecco le sue parole:

Sono emozionato. Non ero preparato a tutto questo calore, si scioglie tutto e non ricordo neanche più le parole. E questo succede ogni volta che vengo a Napoli. Napoli ti conquista con questo fascino, il suo profumo,il suo calore, questo sentimento palpabile. Arrivi e ti senti a casa. Io ho sempre avuto questa sensazione dalla prima volta che sono venuto qua. D’altronde i primi passi della scienza nel campo scientifico li ho fatti qui a Napoli, nella sezione zoologica marina. A quindici anni mi ricordo che sono rimasto qui un mese, a cercare di capire come si facesse l’oceanografo. Ma la cosa importante che Napoli ha una formazione culturale, scientifica, illuminista che è da primato mondiale. E questo l’ho capito stando fuori, quando visiti altri paesi altre etnie altre culture e ti accorgi che Napoli è un mondo bellissimo, in cui ogni anima ha lasciato dei capolavori.

Ogni volta che entro in questa città io sento il calore delle persone. Qui si sente la gioia di vivere, che solo pochi hanno. Qui invece è diffusa ovunque. C’è empatia a Napoli, se uno ha un problema e ne parla, l’altro si fa carico del problema. Inoltre questa città è un modello da portare nel mondo, per il modo di concepire la vita, la quotidianità. Certo è una città con delle complessità, ma quale città non ha delle complessità. Ognuno di voi è bello dentro e fuori. E questo lo dicevano i greci che l’intelligenza e la bellezza vanno di pari passo. Questa città è unica e io ho imparato a riconoscere la sua unicità e non l’ho percepita quando si firmano i servizi, ma l’ho capito dopo, quando si va ala ristorante, si prendono i caffè. E voi questo potete insegnare al mondo: assaporare ogni istante della vita”.

Però vi devo dire una cosa, chi è capace di assaporare la vita sono le stesse persone che spesso si sono trovate quasi alla fine. A me è capitato quando sono stato sequestrato nel Niger. Io pensavo di non farcela. Ma quando esci da questa esperienza riesci a capire quanto vale la vita. E vi assicuro che le cose più belle sono: il sorriso di un amico, il caffè, una passeggiata, un pensare con lo sguardo all’orizzonte. A Napoli c’è il calore della vita. E per questo nei nostri servizi abbiamo voluto dare l’immagine di Napoli come doveva essere vista: non da fuori ma da dentro. Facendo cadere i pregiudizi, che sono la cosa più facile da dire di chi in realtà non conosce”.

Qui si sente l’amore della città, anche nei giovani. Basti pensare che qui si cerca sempre di conservare le tradizioni che si tramandano da padre in figlio. In altre città invece i giovani cercano sempre di distaccarsi da queste tradizioni. Invece quello che c’è a Napoli è una cosa bellissima, perché con questo autorifornirsi, Napoli potrà essere così sempre”. 

“Napoli è l’unica città dove io vedo la gente che mi ama veramente quando mi saluta. E questa è una sensazione unica”.

Video: Luca Tesone

Potrebbe anche interessarti