Napoli, paziente “privo di coscienza” dà una sediata in testa a un soccorritore

Napoli – Ennesima aggressione perpetrata ai danni dello staff di un’ambulanza per motivi futili o addirittura inesistenti. Come in questo caso. E a raccontare l’accaduto è la solita pagina Facebook “Nessuno tocchi Ippocrate“, sempre aggiornatissima affinché queste cattive abitudini e atteggiamenti incivili vengano sempre condannati e denunciati.

Vittima della violenza ingiustificata è stato questa volta l’autista dell’ambulanza. La triste vicenda si è verificata ieri verso la mezzanotte, quando la postazione Ascalesi è stata allertata e sollecitata per un caso di perdita di coscienza presso via Porta San Giovanni. Immediato l’arrivo del mezzo di soccorso sul posto.

Ma lo staff medico non è stato capace di svolgere il suo lavoro, poiché il paziente da soccorrere non sembrava aver perso coscienza, anzi forse l’unica cosa che sembrava avesse perso era proprio il lume della ragione. Armato di sedia ha tentato di aggredire i sanitari lanciandola nella loro direzione, e ad avere la peggio è stato l’autista che per bloccare la sedia si è ferito alla fronte. Subito dopo c’è stata anche una colluttazione.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più