TraTurMò: Il festival delle Tradizioni

TraTurMò

TraTurMò, il primo festival delle Tradizioni, ideato con il finanziamento di Unione Europea e Regione Campania, con il patrocinio morale del Forum Universale delle Culture e Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, iniziato il 9 maggio 2014, avrà luogo nel Teatro Sannazaro fino a giovedì 22 maggio 2014. Lo storico teatro partenopeo ospiterà differenti culture e tradizioni con numerose performance dove a esibirsi saranno importanti artisti internazionali.

“L’idea di far nascere a Napoli un Festival tanto peculiare come il nostro – spiega Lara Sansone, direttrice artistica dell’iniziativa – nasce dalla voglia di credere ancora, anche in un momento difficile come quello che stiamo vivendo, che la nostra città e la nostra Regione tutta, possano rivendicare un ruolo principale dal punto di vista della concentrazione di flussi turistici sulla scena nazionale e non solo. Festival delle tradizioni che fanno turismo nel mondo, ovvero TraTurMò, è la sigla abbreviata della nostra iniziativa, ma che significa anche che abbiamo bisogno di Tradizione e Turismo ora, o come diciamo a Napoli: mò”.

Ecco il programma completo della kermesse TraTurMò:

Martedì 13 maggio 2014 (Nizza)
Nil’s Band – le bar american
“NIL’s Band” è un gruppo acustico al 100% che interpreta i grandi standard americani, Jazz e Pop radicalmente adattati e riorganizzati a loro cura in uno stile che è un mix perfetto di Jazz, di blues, rhythm & blues e soul . Ray Charles a Stevie Wonder o Tony Benett, Harry Connick Junior BBKing. Tutti questi brani senza tempo sono sopravvissuti ai decenni e vi faranno cantare e ballare già dai primi accordi. Miscela di suoni, di stile, mix di genere. Una perfetta alchimia, per un gruppo che è abituato ad accogliere i turisti e le teste coronate sia del celebre Negresco di Nizza che del mitico Miami di Cannes , perla della costa azzurra.”

Mercoledì 14 maggio 2014 (Montecarlo)
Attack-A-Boogie – american bar
“Energia, scoppiettante vitalità, virtuosismi vocali e musicali, inimitabile presenza scenica e divertimento garantito: questi gli ingredienti che fanno degli Attack-a-Boogie una band davvero inimitabile! Un vero e proprio tuffo nell’America degli anni ’30, ’40 e ’50 attraverso uno show irresistibile ed unico, che restituisce al jazz la freschezza e la prorompente vitalità dei suoi anni d’oro e che finisce inevitabilmente per coinvolgere, facendo muovere e divertire il pubblico.(American Bar Montecarlo).”

Giovedì 15 maggio 2014 (New York)
Jeremy Pelt feat. Enrico 40 Band – jazz
“Jeremy Pelt, considerato il migliore trombettista della scena-jazz contemporanea, nasce in California nel 1976, ha suonato e collaborato con molte star del jazz , mostri sacri del calibro di Jimmy Heath, Frank Wess, Frank Foster, Ravi Coltrane, ed ha inciso con il grande Wayne Shorter. Oggi Jeremy Pelt gode di una meritatissima fama, ed è stato, inoltre, recentemente consacrato la stella della tromba del jazz mondiale dalla Jazz journalist Association. Si esibisce nei piu’ noti Jazz club del mondo come Lo “Smoke” di New York, Il Blue Note di Tokyo, di New York e Milano, al Ronnie’s Scott di Londra, Sunset Jazz Club di Parigi e tanti altri, oltre a partecipare frequentemente a numerosi Festival Jazz nel mondo.”

Da venerdì 16 a domenica 18 maggio 2014 (Napoli)
Lara Sansone – cafè chantant
“Il nostro Cafè Chantant è diventato ormai un appuntamento fisso. Nato dall’idea di trasformare la platea del Sannazaro di Napoli in una vera sala da caffè concerto belle époque riassume quel concetto di napoletanità che trova i suoi punti di forza nella riproposizione dei grandi capolavori della melodia partenopea, con qualche accenno alla prosa dei nostri celebri autori facendo di tanto in tanto qualche incursione nella musica internazionale, per celebrare ed accogliere al meglio i tanti turisti che anno dopo anno affollano la nostra sala. Canzoni, colori, sciantose, ballerine, comici, poesia, musica, seduzione, orchestra dal vivo, degustazioni ai tavolini dei prodotti tipici campani, il Cafè Chantant è questo e molto altro ancora, e quest’anno avrà una veste nuova, nella versione “Bon Voyage!” per accompagnare idealmente lo spettatore in un percorso magico attraverso la nostra cultura, la nostra città, Capri, Sorrento, la notte al chiaro di luna, il giorno …e magari lasciandoci trasportare dalla fantasia fino a creare un ponte ideale con Parigi, New York, San Paolo do Brazil, Madrid. Gli ingredienti ci sono tutti: metti una sera al Sannazaro, in compagnia delle sciantose più frizzanti ed avvenenti, con la musica più giusta e complice, con l’ironia dei nostri comici e lasciati sedurre dalla piacevolezza di una coppa di champagne, prenota il tuo posto e…Bon Voyage ! Con il nuovo Cafè Chantant”.

Lunedì 19 maggio 2014 (Buenos Aires)
Horacio Ferrer, Adriano Mauriello, Guillermo Fernandez – tango
“Il sodalizio artistico che Horacio Ferrer instauro’ con Astor Piazzolla, grande musichiere che cercava qualcuno che condividesse la sua voglia di rivoluzionare le chiuse e ormai logore tradizioni tanguere, per approdare a una forma di tango piu’ innovativa e vivace non conobbe sosta. Piazzolla trovo’ in Ferrer un eccentrico paroliere, e insieme diedero vita a una nuova estetica del tango. Per l’occasione sarà in scena con 5 rappresentanti della cultura argentina nel mondo, tra questo un italiano. Il repertorio (musiche scritte da Piazzolla ed Adrover, parole del Poeta Horacio Ferrer) vedrà i brani interpretati da Guillermo Fernandez ed Ana Karina Rossi,ballati da Adriano Mauriello e Mariel Roces e recitati , appunto dallo stesso Horacio Ferrer.”

Martedì 20 maggio 2014 (India)
Nuria Sala Grau – bharathanatyam
“Il Bharatanatyam é una sintesis tra varie discipline artistiche: danza, teatro, poesia, ritmo e musica. Le sue origini risalgono addirittura al secondo millenio a.C., attinge al repertorio mitico e rappresenta la gesta degli dei con un preciso linguaggio corporeo che è stato codificato a partire dai primi secoli dell’era cristiana nel “Natyashastra”, un ampio trattato concernente il teatro, la danza e la musica. Tra i principali stili di danza classica indiana è uno dei più importanti, praticato nello stato del Tamilnadu, sud dell’India. Una danza ieratica, quasi una matematica del movimento che obbedisce a rigorose tecniche di tempi e di gesti. Si caratterizza per la sua geometria delle linee, la velocità e la ricchezza ritmica, combinato con un elaborato linguaggio delle mani e una raffinata mimica del volto. E’ una disciplina complessa che richiede concentrazione e dedizione, e che coinvolge la totalità dell’essere. Nuria Sala Grau è una delle espressioni migliori di questo genere.”

Giovedì 22 maggio 2014 (Melbourne)
Joe Geia feat. Annamaria Colasanto – cultura aborigena
“Geia è un compositore, chitarrista, cantante e suonatore di didgeridoo ed è stato riconosciuto come una delle figure più influenti nello sviluppo della musica indigena contemporanea. In primo luogo è venuto alla ribalta come membro di un influente gruppo aborigeno nel 1982-1983. Ha inoltre collaborato regolarmente dal 1980 con il cantautore Shane Howard. Primo album completo di Geia, Yil Lull, del 1988 (anno del bicentenario dell’Australia), ha raggiunto un livello senza precedenti di successo di critica e commerciale per un esecutore aborigeno.L’album è stato considerato di vitale importanza tra gli aborigeni, ed era ben cronometrato, per esprimere un crescente senso di orgoglio nella cultura e identità, e la speranza per la lotta politica per i diritti territoriali. In scena con Annamaria Colasanto, artista che vive ed opera in Australia, ma nata e formatasi a Napoli, proverà ad unire le sonorità aborigene e la canzone classica partenopea.”

Inizio spettacoli: ore 21,00
Ingresso a pagamento
Info e prenotazioni: 081411723 – 081418824 – info@teatrosannazaro.it

Potrebbe anche interessarti