Esami clinici, funzionano solo a Salerno: “De Luca non ha soldi e dice cose non vere”

Napoli – Una vera e propria situazione d’emergenza quella che si sta verificando a Napoli e provincia. Infatti sono state sospese per mancanza di finanziamenti tutte le attività ambulatoriali e quelle dei laboratori di analisi. 

Una sospensione che ha coinvolto oltre che l’hinterland sanitario napoletano anche Benevento e Avellino. Per Caserta la sospensione potrebbe arrivare verso la metà di Ottobre. Le uniche Asl ancora efficienti sono quelle di Salerno e provincia. Al punto tale che i residenti a Napoli e nelle altre provincie coinvolte nello stop, sono costretti a spostarsi a Salerno per ricevere le prestazioni sanitarie. Ma solo prestazioni erogate dai laboratori di analisi del sangue perché le altre branche ambulatoriali (come cardiologia, radiologia, a breve anche diabetologia e via discorrendo) sono bloccate.

Una situazione di vera e propria crisi che il Presidente della regione Campania ha cercato di tamponare e arginare, proponendo agli istituti sanitari di attingere, almeno per un breve periodo, ai propri fondi personali dato il provvisorio stallo di quelli regionali e nazionali. Ma sembrerebbe che i direttori sanitari abbiano fatto orecchie da mercante, nonostante De Luca abbia fatto capire che in caso di sospensione prolungata dei servizi, i dirigenti ne avrebbero risposto in prima persona.

Per tale motivo la Federlab, l’associazione che raduna il maggior numero di laboratori e centri convenzionati, nella persona del suo presidente Gennaro Lamberti ha risposto per le rime a De Luca sulle colonne del Corriere del Mezzogiorno:

De Luca fa il gioco delle tre carte. Annuncia il ripristino delle prestazioni, ma la verità è che finora, tranne l’avviso dell’Asl di Salerno per i laboratori di analisi di quella città, null’altro ci è stato ancora comunicato e noi siamo qua ad attendere come se nulla fosse accaduto. La verità? Fondi ulteriori non ce ne sono per coprire il reale fabbisogno delle prestazioni, né conta o è sufficiente recuperarli da quelle eventualmente erogate in eccedenza come si illude di fare lui chiedendoci di trasmettere alle Asl, quotidianamente, i flussi delle prestazioni specialistiche erogate. La verità è molto più semplice di quanto si creda: De Luca i soldi non li ha e continua a dire cose non vere“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più