De Magistris e la moneta napoletana, il web scatenato: è nato il Luigino

Napoli – La proposta lanciata ieri dal sindaco Luigi de Magistris sulla possibilità di una Napoli autonoma e con una moneta propria in aggiunta all’euro ha ovviamente mosso un polverone, tanto che c’è chi ironizza su come possa essere la nuova “lira napoletana”.

La pagina facebook “Il fantastico di De Magistris” ha pubblicato una foto della vecchia 2000 lire modificata: la moneta viene emessa da un’ipotetica “Banca dell’Acqua” con sede a Partenope, mentre sulla destra compare la faccia di de Magistris in stile napoleonico. Qualcuno già l’ha ribattezzata “il luigino”.

Eppure quella del sindaco di Napoli non sembra un’utopia ma qualcosa di concreto. Tre delibere, infatti, ha annunciato ieri, per sottolineare che “fa sul serio”. Una su Napoli Autonoma, un manifesto politico concreto sull’autonomia della Città. La seconda sulla cancellazione del debito ingiusto, il debito contratto dallo Stato, in particolare nelle gestioni commissariali post-terremoto ed emergenza rifiuti. La terza, la realizzazione di una moneta aggiuntiva all’euro per dare forza a Partenope.

Sono tre impegni che de Magistris si impegnerà a realizzare contro ogni ostacolo che avrà davanti. E c’è già chi la chiama Napolexit, sul modello inglese.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più