L’Asl di Napoli revoca la convenzione: non ci saranno più antiabortisti nei reparti

Mario Forlenza, direttore dell’Asl Na 1 ha revocato la delibera che permetteva ad un gruppo di anti-abortisti di entrare nei reparti Ivg (interruzione volontaria di gravidanza) di Loreto Mare e San Paolo.

Un permesso che gli era concesso grazie ad una convenzione stipulata con la Parrocchia per la vita, che già allora fece molto scalpore e comportò polemiche e critiche. E da oggi anche questa convenzione è stata revocata. Le donne ottengono di nuovo la libertà. La libertà di decidere in piena autonomia e da sole, senza condizionamenti esterni.

Soprattutto in un processo e in un momento così delicato e già doloroso di per sé. Un diritto che in realtà già era stato concesso 40 anni fa, con l’introduzione della legge 194 che ha reso legale l’aborto. Quello stesso diritto che veniva minato da questi antiabortisti che puntavano sulla fragilità emotiva e mentale di donne già sconvolte e risentite. Quelle stesse donne che hanno esultato e espresso la loro felicità per la scelta fatta da Forlenza. Perché grazie a questa revoca la libertà e il diritto al femminile tornano a vincere.

Potrebbe anche interessarti