Salvini in visita a Napoli: la bozza del programma

C’è curiosità a Napoli per l’atteso arrivo di Matteo Salvini. Il ministro dell’Interno domani, martedì 2 ottobre 2018, sarà nella città partenopea per partecipare, alle ore 11, ad un tavolo in Prefettura sul tema della sicurezza pubblica, al termine del quale è previsto l’incontro con la stampa.

Però, più che per l’incontro con le altre istituzioni, si attende di vedere l’impatto che avrà la sua visita al Vasto, quartiere dove è alta la presenza di immigrati. Come è noto, proprio il tema immigrazione è stato alla base dell’intera campagna elettorale del leghista che, raccolti i consensi necessari per governare (in condominio con i 5 Stelle), sta continuando nella sua battaglia. Nel quartiere si attende la sua presenza, infatti dalla prossima mezzanotte fino a cessate esigenze è stato disposto il divieto di sosta in alcune strade.

Non solo immigrazione, ma anche le ormai famose “stese” sul tavolo di domani, per un esponente politico che è passato dall’intonare “Senti che puzza, scappano anche i cani…” al volersi porre come paladino della giustizia anche di quella Napoli da sempre considerata come capitale “dell’inferiore” Sud, almeno fino a qualche mese fa.

Domani Salvini arriverà all’ombra del Vesuvio come istituzione e non come capo politico (almeno ufficialmente), accolto dal sindaco di Napoli de Magistris, da sempre ostile al leghista, e dal governatore De Luca, che si è riscoperto più “salviniano” nelle ultime uscite.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più