Ospedale del Mare. Boss pentito: “La ditta edile versò 20mila euro alla camorra”

Napoli – Spunta una nuova pista investigativa che vede al centro di queste questioni torbide e legate a infiltrazioni comorristiche l’ Ospedale del Mare. Gli inquirenti hanno scoperto tutto grazie ad alcune dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, Vincenzo Sarno, un boss pentito. 

Queste nuove novità sono spuntate da un’inchiesta che aveva come materia principale un tema diverso, riguardante l’attività di spaccio di droga a Ponticelli. Ma dalla chiacchierata con il pentito sono emersi questi nuovi spunti che mostrerebbero una faccia della medaglia davvero grave.

Infatti secondo il pentito, come riporta Repubblica.it, l’imprenditore a cui furono affidati i lavori di edilizia dell’Ospedale, ebbe questo incarico grazie ad una tangente offerta al fratello del pentito di circa 20 mila euro. Somma estorsiva che a quanto emerge dalle dichiarazioni venne effettivamente versata.

Ovviamente è tutto ancora da confermare, ma la miccia è stata accesa. E probabilmente questa nuova verità farebbe luce e spiegherebbe i tanti ritardi e inconvenienti che hanno da sempre tormentato l’apertura dell’ospedale.

Potrebbe anche interessarti